Omo di panza, omo di sostanza? Anche no grazie

Omo di panza, omo di sostanza è il detto più comunemente usato per ingozzarsi senza rimorso e poltrire sul divano.
La stessa cosa vale per le donne (eccetto in gravidanza), solo che per loro non esiste un detto, la donna non ha scuse per mostrare rotolini adiposi su pancia e fianchi.
No… Nemmeno se si ha partorito 15 figli, ricordate che prima di essere madri siete donne, siete nate donne e donne dovete continuare a essere, prendendovi cura di voi prima di tutto per voi stesse e in secondo luogo per chi avete vicino, altrimenti non lamentatevi poi se il vostro compagno si gira ogni volta che vede una bella fxxx per strada….
(I filtri di instagram non fanno miracoli… Ricordatelo)

Altro punto dolente sono le braccia che soprattutto nelle donne over 40 non solo se non allenate sembrano dei bastoncini per ghiaccioli, ma la pelle che le ricopre è la prima a cedere, una cosa veramente orribile da vedersi…

Fatte queste premesse e non pretendendo che tutti da oggi ci diamo al fitness, un minimo di allenamento per mantenere un aspetto quantomeno “decente” sarebbe il caso di adottarlo come stile di vita ma non solo…
Chi lavora molte ore al pc sa quanto la schiena soffra e avere addominali adeguatamente forti aiuta, idem dicasi per le braccia, nel momento in cui devi sollevare i sacchetti della spesa, possedere anche solo una vaga traccia di bicipiti e tricipiti è di gran lunga un’ottima opportunità.


Apro anche una parentesi medica sul “girovita”….

Sigla……

Quando si parla di soprappeso o di obesità ?

– I medici utilizzano in generale l’Indice di Massa Corporea (IMC), in inglese Body Mass Index (BMI) per misurare l’eccesso di peso;  si tratta di un valore che indica il rapporto fra il peso in kg e l’altezza in metri al quadrato. (IMC = peso[kg] / altezza2[m2]) che permette di relazionare il peso all’altezza di un individuo.

Questa formula permette al medico di diagnosticare se un individuo ha un peso normale (IMC da 20 a 25), se si trova in sovrappeso o in eccesso di peso (IMC da 25 a 30) o se è da considerare obeso (IMC superiore a 30).

Può anche rivelarsi interessante per il medico misurare il girovita.

Per calcolare il vostro girovita: misurate la lunghezza del vostro girovita con un metro nella parte più prominente della pancia (spesso nella zona dell’ombelico) e questo senza fare rientrare la pancia (essere naturali, respirando normalmente).

Ecco i risultati di questa misura:

GirovitaDonneUomini
idealefino ad 80 cmfino a 95 cm
elevatoda 80 a 88 cmda 95 a 103 cm
estremamente  elevatopiù di 88 cmpiù di 103 cm

In caso di un risultato elevato e soprattutto estremamente elevato, la misura del girovita permette al medico di diagnosticare eventualmente una malattia sempre più frequente chiamata sindrome metabolica (insieme di malattie tra cui il diabete, l’ipertensione, il colesterolo, l’obesità, …).

Questa misura può dare preziose informazioni sulla salute di un paziente, perché è noto che un eccesso di grassi a livello del ventre (regione addominale) può rivelarsi pericoloso per il cuore.

Fonte: Creafarma

Come forse già detto, io sono piuttosto pigra ma cammino molto. Il problema è che da, tadannnnnnnnnnnn! Ben 40 giorni oggi non posso più farlo pertanto ho rotto letteralmente gli attributi (che spero per lui restino comunque funzionanti) a un ragazzo conosciuto su Instagram per, prima postare nelle stories i suoi allenamenti e poi mandarmi i video degli esercizi per addominali e braccia.

Tralasciando la sua mania un po’ persecutoria per gli addominali bassi che detto fra noi non mi paiono affatto così male, Andrea ha avuto la pazienza non solo di sopportarmi ma anche di accontentarmi.

Saranno stati complici gli studi artistici in comune, la passione per l’arte e “il bello”, per l’anatomia umana, la fotografia, la scrittura e credo anche il fatto che nonostante sia un bel ragazzo non l’ho mai stalkerato modello milf in calore come presumo abbiano fatto in molte.
Motivo per il quale nell’elenco delle cose da fare “post quarantena”, andare a trovarlo sarò una delle mie mission!
(Anche se poi mi cazzierà per gli addominali…)

Visto che Andrea è stato così gentile non mi resta che ringraziarlo, consigliarvi il suo profilo Instagram dove troverete altri allenamenti e postarvi qui sotto i video che mi ha gentilmente passato.

RISCALDAMENTO

ADDOMINALI

BRACCIA

E che la sfida agli addominali bassi continui!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...